Perché non scrivere “disoccupato” su LinkedIn

Quando sei disoccupato, aggiornare il tuo profilo LinkedIn può diventare complicato.

Cosa dovresti scrivere nella headline, il tuo titolo professionale?

Cosa inserire come posizione attuale se ti trovi tra un lavoro e l’altro?

Dopotutto, tenere aggiornato il tuo profilo LinkedIn è una delle azioni necessarie per attrarre potenziali datori di lavoro.

Perché non scrivere disoccupato su LinkedIn

Molto spesso mi capita di vedere delle headline con:

  • disoccupato
  • alla ricerca di nuove opportunità lavorative
  • senza lavoro
  • neolaureato

Perché non vanno bene?

LinkedIn ha al suo interno un motore di ricerca, proprio come Google, che noi tutti usiamo a volte senza renderci conto delle sue funzionalità.

barra di ricerca di Linkedin

Quando usi la barra di ricerca di Linkedin, stai usando un motore di ricerca interno alla piattaforma.

Se un HR o un datore di lavoro è alla ricerca di una nuova figura da inserire nel proprio team, inserirà nella barra di ricerca una parola chiave, utilizzando magari dei filtri aggiuntivi (leggi qui per imparare come usare i filtri).

A meno che non si tratti di una ricerca molto generica e senza competenze ricerche, difficilmente digiterà disoccupato o una delle parole che ho indicato sopra. Per una ricerca di questo tipo (junior, persone da formare ecc), le aziende solitamente preferiscono rivolgersi alle agenzie interinali.

Cosa scrivere se stai cercando lavoro

Fortunatamente, ci sono molte altre opzioni per gestire il tuo stato lavorativo sul profilo LinkedIn e non tutte richiedono di dichiarare esplicitamente al mondo che sei disoccupato.

Ci sono frasi che rendono chiaro che stai cercando lavoro, anche senza scrivere che sei senza lavoro.

Controlla sempre anche le Analytics per vedere come i recruiter o i responsabili delle assunzioni arrivano al tuo profilo. In questo modo puoi provare diverse opzioni e vedere quale porta i migliori risultati..

Prima di tutto onestà

Prima di tutto è importante essere onesti. Ricordati che, come ripeto spesso, i social non sono a dipartimenti stagni e il social selling è un tuo grande amico ma può anche causare problemi se non si è sinceri (approfondisci il social selling qui) perché è facile per i potenziali datori di lavoro controllare il tuo background quando ti stanno considerano per un possibile impiego.

Le opzioni per quando sei senza lavoro includono dichiararlo nel tuo profilo o non menzionarlo affatto.

Aggiornare il profilo LinkedIn o no?

Un’opzione semplice è inserire una data di fine nella tua ultima posizione senza aggiungerne una nuova. In questo modo, il tuo profilo è tecnicamente corretto e non metti in evidenza il tuo stato di disoccupato.

In questo modo risulta chiaro controllando le diverse occupazioni che attualmente non stai lavorando, senza però essere in evidenza.

Gli aggiornamenti dello stato del profilo, sono tra i più visti dalla rete: se non vuoi che la notifica appaia a tutti ricordati di disabilitare l’opzione.

Chiedi aiuto dalla rete

Chiedere aiuto al network è un’opzione da non sottovalutare. LinkedIn è un social network e le connessioni possono essere fondamentali nella ricerca di un’occupazione.

Potresti quindi pubblicare un aggiornamento di stato di questo tipo

“Alla ricerca di una posizione finanziaria. Conosci qualcuno che sta assumendo?”

oppure

“Sono interessato a opportunità di freelance come Seo Specialist . Fammi sapere se qualcuno nella tua rete ha bisogno di aiuto per la scrittura”. Questo è un modo semplice e veloce per far sapere alle persone che sei lavorativamente disponibile.

Cosa scrivere nella headline?

Ma cosa indicare a questo punto nella tua headline?

Essere vago o disperato non è mai una buona soluzione (leggi questo articolo sulla headline di LinkedIn)!
Se vuoi menzionare che sei disponibile, senza entrare troppo nei dettagli, una delle migliori opzioni è condividere la tua esperienza nel tuo titolo professionale e usare anche le keyword per facilitare le ricerche.

In pratica sfrutta la SEO di Linkedin a tuo vantaggio (scopri come sfruttare al meglio il social recruiting)!

Inserisci la tua competenza, il cliente a cui ti rivolgi e aggiungi che stai cercando.

Usa una formula tipo:

Keyword + esperienza + ICA + formula della ricerca

Vediamo qualche esempio:

  • Operazioni logistiche professionali in cerca di lavoro
  • Retail Manager esperto disponibile per nuove opportunità
  • Strategista junior per i media digitali disponibile

Open for business

Un’altra opzione che puoi utilizzare è offerta direttamente da Linkedin: open for business.

Questa funzionalità permette di aggiungere i propri servizi al tuo profilo LinkedIn.
 
In questo modo potrai esser più facilmente individuabile attraverso le ricerche all’interno della piattaforma!

Ricerca attivamente lavoro se sei disoccupato

E infine, non dimenticare di essere pro-attivo nella tua ricerca: non aspettare di ricevere offerte ma ricercale attivamente su LinkedIn tra le offerte di lavoro e le aziende che ti interessano.

Mi raccomando non spammare ma personalizza sempre i tuoi messaggi!

 

Iscriviti a LinkedX per moltiplicare i tuoi risultati su LinkedIn!

Scopri LinkedX