10 + 1 Best practices di Social selling

Il social selling è un’attività che dovrebbe essere alla base di qualsiasi attività di marketing, sia per business online che per business offline.

Se non sai di cosa sto parlando, ti consiglio di leggere prima questo articolo dove spiego che cosa sia il social Selling.

Hai mai chiesto ai tuoi clienti come ti hanno trovato?

Molto probabilmente, anche loro hanno fatto una o più ricerche su Google o su un altro motore di ricerca:

hanno cercato la soluzione ad un’esigenza o un problema ed è comparso il tuo nome/brand
hanno cercato direttamente il tuo nome se già ti conoscevano per informarsi ulteriormente

Come è possibile aumentare il tuo Social Selling?

Ecco 10 delle best practices di social selling che funzionano e che implemento sempre con i miei clienti durante le consulenze.

10 Best practices di Social Selling

1. Show up: esponiti

Automatizza pure alcune attività (i like, i follow ecc) utilizzando sistemi come Bot o Pod MA ricordati che questo non significa costruire una relazione!

L’obiettivo è di far avvicinare le persone e di mostrarti più vicino a loro e ai loro problemi, non di allontanarli. Automatizza pure se vuoi alcune attività (i like, i follow ecc) utilizzando sistemi come Bot o Pod MA ricordati che questo non significa costruire una relazione!

Be Human!

Assicurarti che il tuo profilo venga effettivamente visualizzato quando i clienti e i potenziali clienti sono alla ricerca di esperienza nel tuo settore, così che inizino a riconoscerti come un leader e un prezioso contatto nel tuo campo.
Ottimizza i tuoi profili di social media su tutte le reti per massimizzare l’impatto della tua strategia di vendita sociale.

Guarda i tuoi profili come un osservatore esterno, come un possibile cliente:

  • Il tuo profilo ti mostra come un professionista credibile?
  • Dai informazioni preziose e rilevanti per il tuo settore?

In caso contrario, esegui qualche ritocco per assicurarti che i tuoi profili ti presentino nella miglior luce possibile e che abbiano un tono e un messaggio coerente su tutte i tuoi canali.

  • Attenzione ad atteggiamenti di intolleranza, odio, razzismo
  • Evita argomenti potenzialmente esplosivi e che portano sempre a scontri più che vivaci quali la religione, il tifo esasperato, la politica. Se è vero che la polemica porta engagement, ricordati che l’educazione
  • Rispetta le opinioni di tutti ma detta tu le regole
  • Esponiti: prendi una posizione nei tempi importanti
  • Racconta i tuoi valori: le persone non si identificano in uno slogan, scelgono di seguire brand e professionisti in cui si riconoscono

2. Privacy

Non tutto deve essere raccontato e mostrato. Se è vero che il dietro le quinte interessa e avvicina gli utenti ai brand, non tutta la tua vita privata deve essere esposta sui social. Chiediti sempre se quello che stai per postare può essere utile al tuo cliente e come.

Controlla e modifica la privacy dei social: a chi e cosa vuoi mostare?

3. Ascolta strategicamente per identificare i contatti

I tuoi clienti o potenziali tali condividono informazioni incredibilmente preziose sui loro social: in pratica ti stanno dicendo esattamente quello che vogliono e di cui hanno bisogno.

Tutto quello che devi fare è prestare attenzione!

Listening

Monitora ciò che le persone dicono di te, della tua azienda, del tuo settore e anche dei tuoi concorrenti.

Osserva i punti deboli e le richieste dei loro clienti, rispondi alle domande lasciate in sospeso, controlla i feedback dei prodotti e dei servizi e agisci dove puoi fornire tu la soluzione a un problema.

E non dimenticare di fare domande!

4. Personalizza i tuoi messaggi

Prima di contattare uno dei lead, controlla se hai dei collegamenti in comune. Se trovi connessioni condivise, chiedi al contatto comune un’introduzione.

Chiedi di essere presentato

Come spiega Cialdini nel suo libro “Le armi della persuasione” infatti, la tua autorevolezza viene percepita maggiormente se qualcun altro fa da tramite.

Ricorda inoltre di personalizzare sempre i tuoi messaggi basandoti sulla ricchezza di informazioni che le persone condividono sia sui loro profili professionali sui social media:

  • menziona un interesse condiviso
  • nomina cosa ti è piaciuto particolarmente nell’ultimo post scritto o in un articolo del blog che hanno condiviso
  • ricorda in quale occasione vi siete incontrati
  • se hai seguito un talk della persona, ricordalo (sottolineando la parte che ti è piaciuta di più e spiegando la motivazione)

5. Fornisci valore

Non ci sono medaglie per la sola “partecipazione” nel social selling: se hai intenzione di farlo, devi farlo nel modo corretto.
Ciò significa fornire informazioni preziose ai potenziali clienti e farlo al momento giusto.

Dai senza aspettative, sii generoso.

Non limitarti ad esaltare il prodotto o servizio: il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di contribuire con informazioni preziose che possano aiutarti a posizionarti come esperto nel tuo campo.

  • Scrivi post che condividono conoscenze importanti, ma non aver paura di condividere post pertinenti anche di altri.
  • Quando condividi contenuti di altri (citando il nome e la fonte) , aggiungi sempre anche un tuo commento relativo al tuo campo specifico.

6. Costruisci relazioni significative che si sviluppano nel tempo

Utilizza tutte le occasioni di incontro, non sono quelle online, per avere dei contatti e stringere relazioni!

Resta in contatto social con le persone anche nel tempo, non limitarti ad un primo messaggio.

Fai attenzione ai contenuti che stanno postando e di tanto in tanto intervieni con un mi piace o un commento per far loro sapere che hai letto e apprezzato quello che hanno da dire.

Costruisci relazioni significative che si sviluppano nel tempo.

7. Sii coerente e riconoscibile

L’immagine e le informazioni attraverso i diversi social deve essere coerente.

Utilizza la stessa immagine per tutti i tuoi social, scegli i colori e i font per i post o un elemento distintivo che sia sempre presente e riconoscibile.

Fai in modo che i tuoi contenuti siano riconoscibili anche senza leggere il tuo nome.

8. Ego is the enemy

Dimentica i contenuti autopromozionali e autocelebrativi.

Metti la tua audience al centro.

Se il tuo feed è pieno dei tuoi successi ti seguiranno solo parenti e amici, e forse neppure loro.

Viviamo in un momento storico in cui siamo sottoposti in maniera eccessiva e massiva all’opinione altrui e spesso tendiamo a confondere quelli che sono gli standard delle altre persone come se fossero i nostri e ci sentiamo sottoposti a un continuo giudizio. Non è così.

Rimani umile.

Molto spesso il non raggiungimento e conseguimento di un nostro obiettivo, non è dovuta alle circostanze non è dovuto ad altre persone ma è dovuto a un nemico che è proprio dentro di noi l’EGO.  Se non lo conosci, ti consiglio la lettura di “Ego is the enemy” di Ryan Holiday.

9. Strategia di crescita

Hai ottimizzato i profili social, fatto crescere il tuo network, postato contenuti di valore, costruito relazioni.

Perfetto.

E adesso?

Devi avere una strategia di crescita:

  • come raggiungi nuovi potenziali clienti?
  • perché dovrebbero leggerti o seguirti?
  • come li coinvolgi?

Decidilo prima e a tavolino.

10. Question time

Chi domanda, comanda” recita un vecchio proverbio.

Le domande piacciono alle persone perché si sentono coinvolte e hanno voglia di esprimere la propria opinione. Ed è proprio questo che stai cercando: l’opinione del tuo pubblico.

Non avere paura di chiedere alla tua audience e non ti preoccupare se all’inizio non riceverai troppe risposte. Insisti.

Cosa puoi chiedere?

  • quali sono le difficoltà
  • cosa piace di più del tuo prodotto/servizio
  • come potresti implementarlo
  • curiosità nei tuoi confronti o in quello del brand
  • quiz per testare quanto ne sanno del prodotto/servizio

BONUS: Sell!

Se nel punto 5 ho scritto che devi dare valore, non dimenticarti però che “Profit First”. Molto spesso si perde il fine ultimo del content marketing: il fatturato!

Stiamo parlando di social selling, ricordi?

Dai contenuti di valore ma non aver timore a vendere il tuo prodotto o servizio al giusto prezzo.

Prepara la tua value ladder e vendi!