Stereotipo di genere: le donne nel digitale

Lo stereotipo di genere colpisce anche sui social e più in generale nel digitale?

Ieri mi hanno chiesto di intervenire come relatrice all’evento “Stereotipi di genere” organizzato dalla classe 5aG dell’Istituto Superiore “San Pellegrino” – Professionale Alberghiero e Tecnico Turistico.

convegno Gap Gender

Ecco i relatori intervenuti e i temi trattati:

  • Alessandra Gherardi  “Donne in carriera, lavoro e pari opportunità”
  • Isabel Perletti – “Il ruolo della consigliera di parità”
  • Lara Magoni – “Stereotipi di genere nella politica”.
  • Melania Rizzoli, assessore al lavoro e all’istruzione della regione Lombardia
  • Sara Simeoni – “Lo sport e i suoi stereotipi di genere”
  • Giulia Ferrandi e alessia Tarquinio – “Calcio sport maschile”
  • Marco Arlati – “Gay-friendly e discriminazione di genere”

Io ho avuto l’onore di chiudere l’evento.

L’argomento del mio speech è stato ovviamente incentrato sulla comunicazione digitale:

  • come viene raccontata la differenza uomo-donna?
  • lo stereotipo è percepito sui social?
  • perché si punta molto sull’aspetto sessuale anche nella pubblicità?

Ho sempre sostenuto che il digitale è la mia finestra sul mondo che ci mette di fronte ad un numero infinito di possibilità.

Lo fa anche in questo caso.

A che punto siamo con le battaglie di parità?

Non posso darti la risposta perché sarebbe solo la MIA soluzione. E quindi ti toglierebbe queste infinite possibilità a portata di click.

Voglio un mondo dove si cerchi la parità dei diritti e non l’uguaglianza!

Mi piacerebbe molto avere un tuo feedback sull’argomento!