Come lavorare con il web e i Social Media?

Lavorare con il web è una grande opportunità: ti permette di raggiungere molte più persone di quelle che incontri quotidianamente!

Quando mi sono affacciata al mondoWeb Marketing, ho sbattuto la testa diverse volte prima di trovare la giusta dimensione e la strada più veloce. Ho seguito tantissimi corsi, fatto ricerche sul web, scaricato guide, acquisto libri e tutorial…

Avevo infinito materiale e informazioni a disposizione ma non riuscivo a capire da dove partire.

Dal sito? Dai social? Dal prodotto?

Mettere insieme tutto non è stato affatto banale. Soprattutto non capivo da che parte cominciare il mio percorso!

Cosa significa lavorare con il web

Prima di tutto facciamo chiarezza: lavorare con il web non significa solo essere un esperto del settore (social media marketer, digital strategist, content curator, web designer ecc) ma anche, e soprattutto, utilizzare gli strumenti del web per comunicare la propria attività.

Ormai difficilmente si può prescindere da questo passo: le nostre vite passano sempre più spesso dal web. Quante volte usi Google o un altro motore di ricerca? Prima di acquistare un prodotto fai una ricerca sulle caratteristiche o ti informi per capirne le funzionalità, guardi le foto di un luogo di vacanza, consulti le recensioni prima di provare un ristorante, cerchi una ricetta prima di cucinare…

Quindi dal web passano anche le ricerche dei nostri possibili clienti o collaboratori. Ed è lì che dobbiamo farci trovare.

Da dove si parte per lavorare con il web?

Le possibilità di business sul web sono davvero numerose.

Ma prima di buttarsi a capofitto nel mondo del web, bisogna capire cosa significa lavorare con il web e i social media. Maggiore sarà la tua visibilità sul web, più ampio potrà essere il tuo business e quindi, di conseguenza, il tuo guadagno.

Ma vediamo cosa bisogna fare, passo per passo.

#1 – Fissa un obiettivo

Avere un obiettivo chiaro da raggiungere è sicuramente una buona norma e IL punto di partenza.

E l’obiettivo deve essere SMART.

SMART è un acronimo e sta per:

  • Specifico
  • Misurabile
  • Accessibile
  • Realistico
  • Temporalizzabile

#2 – Crea la tua mappa

Una volta definito il tuo obiettivo è necessario aver chiara la mappa.

A cosa serve la mappa? La mappa è quella che ti servirà per andare nella giusta direzione, senza perderti lungo la strada.

Hai deciso o identificato il settore di cui ti vuoi occupare, verifica che ci sia mercato (e che in quel mercato ci siano soldi ovviamente), trova la tua nicchia e il tuo spazio. A questo punto devi differenziarti dagli altri, avere un tuo messaggio unico e portarlo avanti con coerenza. E da qui devi imparare a gestire la tua comunicazione sul web: diffondi il tuo messaggio da uno (te stesso) a tanti (i potenziali clienti) portando una persona dallo status di sconosciuto a quello di cliente pagante.

#3 – Crea il flusso delle informazioni

Il web è pieno di opportunità e di canali diversi. Non sono tutti uguali. Quelli che ti consiglio per iniziare sono:

  • Google + *** UPLOAD NOVEMBRE 2018: Google + verrà dismesso il prossimo anno, se stai partendo oram non usarlo 😀 ***
  • Facebook (le pagine fan e NON il profilo personale)
  • Youtube

I canali che ti ho suggerito sono gratuiti, facili da usare e immediati.

Poi una volta imparato a gestire questi, se lo riterrai opportuno puoi rivolgerti anche ad altri.

Dai social a questo punto devi portare i tuoi lettori e prospect a casa tua: il tuo blog o sito. Ci vuole un po’ più di abilità per costruirne uno se non lo hai mai fatto. Ma il lavoro e il tempo impiegato ti ripagheranno ampiamente.

#4 – Definisci un metodo di lavoro

Chiarita la strada da affrontare, è il momento di definire la strategia, il metodo da seguire:

  • focalizzati
  • posizionati
  • acquisisci
  • dialoga
  • converti

Focalizzati

Ovvero scegli la tua nicchia di mercato. Non cercare di piacere a tutti e non cadere nella trappola de “il mio prodotto piacerà a tutti” perché non funziona in alcun settore. Trova una soluzione ad un problema o migliora quelle già esistenti, fai delle ricerche per capire se la soluzione da te individuata risponde alle effettive esigenze delle persone, accertati che il tuo settore di riferimento sia un settore dove ci sia mercato.

Posizionati

Poniti queste domande:

  • In che cosa sei diverso dagli altri?
  • Perché dovrebbero scegliere te?

Per poter emergere  devi differenziati dagli altri.

Acquisisci

il terzo step è quello di acquisire i contatti e la visibilità sul web. Offri un contenuto gratuito. Rispondi a domande, risolvi piccole questioni, se hai scritto un ebook potresti regalare il primo capitolo in cambio di un indirizzo email e quindi di un contatto.

Dialoga

Lavorare sul web non è necessariamente alienante e privo di rapporti personali. Anzi.

Ricordati sempre che oltre lo schermo ci sono delle persone, con sentimenti, con delle esperienze e con una storia. E più riuscirai a comunicare con loro, più riuscirai ad ottenere risultati.

Ho imparato che le persone dimenticheranno quanto hai detto, dimenticheranno quanto hai fatto, ma non dimenticheranno mai come le hai fatte sentire – Maya Angelou 

Converti

A questo punto è il momento di raccogliere i frutti del tuo lavoro, ovvero convertire i prospect in veri e propri clienti. C’è sempre un momento corretto per effettuare una vendita. E se hai eseguito con cura i passi precedenti, le persone non vedranno l’ora di acquistare da te.

#5 – Cosa mettere nella tua cassetta degli attrezzi?

Come ogni attività che si rispetti, anche la tua attività avrà bisogno di attrezzi. Ovviamente, lavorando sul web, parliamo di programmi o tool che ti aiuteranno a gestire l’attività e a renderla più semplice:

  • hosting
  • dominio
  • autorisponditore
  • landing page
  • ebook
  • CTA

#6 – Quando partire?

Decidere di lavorare sul web ti dà un fondamentale vantaggio: non hai bisogno di grossi investimenti per aprire il tuo “negozio” virtuale e puoi iniziare a guadagnare prima di aver appreso tutta la tecnica necessaria. Anzi…

Se sei alle prime armi, hai una idea o una startup ti consiglio di leggere questo articolo per fare una ricerca di mercato preliminare.

Puoi chiedere alle persone e verificare subito quanto interesse ci sia attorno al tuo prodotto. Quindi non aspettare di padroneggiare tutti gli strumenti che ti ho elencato sopra: comincia un passo alla volta e mentre lavori acquisisci nuove competenze!

 

Hai bisogno di una consulenza per aiutarti a creare il tuo percorso?

Scrivimi!

ATTIVA COOKIES