Come sfruttare le ricorrenze nel calendario editoriale

Quando si pianifica il proprio calendario editoriale per programmare i contenuti, una delle prime attività è quella di inserire le feste e le ricorrenze. Ma non è semplice essere creativi in queste occasioni che si ripetono ogni anno.

Ho visto tantissimi brand o professionisti usare San Valentino, la Festa della donna, il Natale ecc alla ricerca di like o followers con un semplice “Auguri” o al massimo con uno sprizzo di originalità “Auguri a tutti i nostri clienti!”.
La maggior parte dei contenuti che si vedono online generalmente sono banali, cioè non ci colpiscono e quindi non li ricordiamo.

Quello che ti suggerisco qui è uno sforzo in più, ma l’energie utilizzate ti ripagheranno sicuramente.

Lo so, cercare di essere originali in queste occasioni, inserire in maniera strategia la festa della donna nel calendario editoriale, è un po’ come cercare un regalo per il compleanno dell’amico che conosci dalle elementari, della mamma o del papà ecc.

Quando sei tu quello a ricevere ogni anno per regalo al tuo compleanno un pigiama, una cravatta o un mazzo di fiori…come ti senti?

  • scontato
  • deluso
  • poco apprezzato
  • non compreso

Non preferiresti un regalo o anche un pensiero che sia proprio per te? Qualcosa che è evidentemente per te, pensata da qualcuno che conosce te e i tuoi gusti? In questo caso le emozioni stimolate sarebbero diverse, ti sentiresti:

  • coccolato
  • viziato
  • speciale

In quale dei due gruppi appena nominati vorresti inserire il tuo lettore/cliente?

Se hai scelto di far sentire speciale il tuo cliente, vai avanti con la lettura e comportati di conseguenza!

Tips per sfruttare le ricorrenze nel calendario editoriale

Ecco alcuni suggerimenti per sfruttare al meglio le ricorrenze nel tuo calendario editoriale e nella tua strategia di comunicazione:

  1. target: rivolgiti al TUO pubblico in target
  2. luoghi comuni: rivedi e sfata luoghi comuni
  3. mostra i valori aziendali (e non limitarti al prodotto)
    • prendi una posizione
  4. inserisci i tuoi prodotti all’interno della ricorrenza con consigli utili
    • se vendi mobili, mostra come abbellire la casa per la festa
  5. think out of the box: lascia andare la creatività
  6. user centric: pensa al tuo cliente e scegli una delle seguenti strade:
    1. crea un contenuto utile
    2. diverti
    3. informa

Cosa NON fare

È la festa della donna e hai pensato di trovare una foto stock di mimose e scrivere “Auguri a tutte le donne”?Piuttosto che essere banale o, peggio ancora, triste, evita l’argomento.

Inserire le ricorrenze all’interno della tua strategia di comunicazione non è complicato ma se non lo fai correttamente rischia di diventare controproducente. Gli scivoloni sono sempre dietro l’angolo e Google non dimentica. E neppure il popolo della rete.

Ti mostro qualche esempio recente che sicuramente ricorderai, e non positivamente.

Festa della donna e Trenitalia

In occasione dell’otto marzo e della festa della donna, qualche giorno da Trenitalia ha pubblicato un’imperdibile offerta!

Ti regalo un caramella geléé al limone SE

  • viaggi con Frecciarossa
  • sei donna
  • sei un cliente
  • se acquisti un menù

Cosa non va in questa campagna:
– le esclusioni sono eccessive rispetto al dono (fino ad esaurimento scorte, solo se ti sei abbuffata al ristorante e quindi hai acquistato da noi…). In fondo era solo una caramella!
– venerdì 8 marzo c’era, anche, uno sciopero dei treni

Cosa si poteva fare:

Sarebbe stato un gesto carino se non ci fosse stata la necessità di sottolinearlo (magari in quel caso sarebbero state le stesse donne a parlarne).

Ci sarebbe stato l’effetto sorpresa, e avrebbero puntato su una delle leve di persuasione, la reciprocità. A quel punto chiedere alle clienti un post sui loro profili taggando le Ferrovie, sarebbe stato facile.

Pandora e i suoi bracciali

La campagna marketing di Pandora per la festa della donna risale al 2018 e in poco tempo ha fatto il giro del web.

Se sei un uomo che fino a questo momento hai comprato solo regali, difficilmente capirai il messaggio.

Chi è il target di Pandora?

La donna!

 

Eppure qui si rivolgono agli uomini. E con un testo che usa stereotipi e fa leva su aspetti negativi

  • i regali sbagliati
  • la considerazione donna = casalinga

Nike celebra le donne

Dopo quelli che evidentemente si solo rivelati per Ferrovie dello stato e per Pandora un epic fail, ecco invece un esempio di utilizzo intelligente di una ricorrenza come quella dell’8 marzo nel calendario editoriale.

Nike ha girato un video per rivolgersi alle sue clienti mentre praticano sport:

  • sono donne di ogni età, categoria e fisicità
  • mostra le emozioni
  • rivede luoghi comuni e prende una posizione
  • non mostra il prodotto

 

Ikea e l’uguaglianza

Ikea ha adottato una linea diversa: nessun prodotto in mostra.

Una presa di posizione chiara sull’inclusività e la parità.

49,4% di leader donne. 0,6% per l’equilibrio perfetto. 0% di stereotipi.
In IKEA il talento non ha genere.

 

 

 

 

 

Anche se non sei la Nike o Ikea, anche tu nel tuo piccolo puoi sfruttare le ricorrenze nel calendario editoriale ispirandoti alle strategie appena viste invece di limitarti alla foto delle mimose.

E i risultati, in termini di interazioni, commenti e clienti non tarderanno!

ATTIVA COOKIES