Come costruire una strategia digitale

Con l’avvento del web, il processo di acquisto di una persona è cambiato e non inizia più di fronte allo scaffale del supermercato o alla vetrina di un negozio.

Il primo punto di contatto tra l’azienda e l’utente è quando quest’ultimo effettua la prima, generica ricerca online.

Nel 2011 è proprio Google che per la prima volta parla del ZMOT, Zero Moment of Truth, per definire questa prima interazione.

Oggi, l’utente svolge ricerche di tipo informativo PRIMA ancora di sapere cosa comprerà.

Il prodotto che proponiamo deve quindi rispondere a un bisogno, perché spesso il bisogno è l’unica cosa chiara all’utente in fase di ricerca. Durante questo processo, l’utente acquisirà informazioni e, quindi, conoscenza e deciderà cosa acquistare spostandosi attraverso un funnel dall’ampio bacino iniziale, che lo porterà fino alla strettoia finale, l’acquisto.

Funnel di marketing

Perché essere presente sul web?

Il numero di persone che usa il digitale ogni anno aumenta e il trend è continuamente in crescita.

Questo significa che potenzialmente sul web ci sono la maggior parte dei potenziali clienti.

Crescita del digitale nel mondo

Inoltre ci sono altri benefici:

  • Costo: prima di investire tempo e/o soldi si può sondare il mercato per capire l’interesse
  • Numero: si può raggiungere un numero elevato di persone
  • Profilazione: ci si rivolge alle persone che sono interessate al mio prodotto/servizio
  • Brand awareness: è possibile aumentare la conoscenza del proprio marchio
  • Customer care: si crea un’interazione diretta con i clienti

L’importanza di avere una strategia digitale

Spesso le aziende decidono di intraprendere un percorso di comunicazione digitale senza avere una strategia.

Ma questo equivale a decidere di fare un viaggio senza avere una meta prefissata da raggiungere:

  • quale mezzo vuoi utilizzare per gli spostamenti?
  • quanti giorni durerà il tuo viaggio
  • quante tappe vuoi effettuare?
  • Con quali compagni di viaggio?

Avere una strategia digitale significa pianificare il proprio viaggio sul web.

Ecco quali sono i passi da seguire nella costruire una strategia digitale

  1. Qual è l’obiettivo della tua strategia digitale

Prima di tutto bisogna decidere la meta ovvero qual è il tuo obiettivo.

La differenza tra un sogno e un obiettivo è una data.

scriveva Walt Disney

L’obiettivo di una comunicazione sul web potrebbe essere diversi:

  • accrescere la forza del brand
  • aumentare la propria reputazione
  • affermare il proprio status di esperto
  • fornire uno strumento immediato di comunicazione con il cliente (customer care)

Se non stabilisci degli obiettivi per la tua strategia digitale come fai a verificare se li raggiungi?
Definire l’obiettivo è uno dei primi passi da compiere quando si prende una qualsiasi decisione: dove vuoi arrivare?

Ho già affrontato questo argomento in un precedente articolo che puoi leggere qui.

2. Quali sono le risorse a disposizione

Il secondo punto è quello di capire quali sono le risorse a disposizione. Con il termine  “risorse” si intende sia una risorsa di tipo economico che una risorsa di tipo temporale.

Infatti spesso si dimentica di calcolare, o si sbaglia nel calcolo della valutazione, il tempo che si impiega nello svolgere un determinato lavoro.

La comunicazione è un lavoro vero e proprio e non può essere demandata, come spesso succede, alla segretaria già oberata dal proprio lavoro o dallo stagista che non conosce le dinamiche aziendali.

Se non si hanno risorse interne a disposizione in grado di occuparsi del digitale, è necessario rivolgersi ad uno specialista esterno che collabori con la propria realtà.

In questo caso quindi è necessario prevedere un budget da investire.

3. Chi è il tuo target

Sfatiamo la convinzione che il tuo prodotto o servizio sia adatto a tutti: non è così!

Parlare a tutti equivale non parlare a nessuno: per potersi rivolgere a tutti si deve rimanere molto generici e superficiali.

Per poter coinvolgere qualcuno invece è necessario riuscire a spiegare come il tuo prodotto possa risolvere il SUO problema specifico, nel dettaglio.

Identifica quindi il tuo target e il tuo cliente tipo:

  • Chi è?
  • Quanti anni ha?
  • Cosa gli piace
  • Di cosa si occupa?
  • Quali sono le sue paure?
  • Quali sono i suoi obiettivi?

4. Quali canali scegliere

Adesso che hai identificato il tuo cliente davi scegliere i corretti canali social per la tua comunicazione digitale. La scelta del canale o dei canali corretti non deve basarsi sulle statistiche generali o sul sentito dire. Ogni settore è differente.

E non è corretto neppure prediligere il social media che più frequenti.

In base alle risorse e all’identificazione del tuo target (punti 2 e 3), adesso poniti la domanda:

Dove si trova il tuo cliente?

È proprio lì che dovrai andare ad intercettarlo!

Ricordati però che nessuno apre Facebook la mattina per comprare un paio di scarpe:

La vendita sui social network NON deve essere una vendita diretta.

 

Adesso tocca a te.

Sfrutta questi punti e disegna la tua strategia di comunicazione digitale.

Se vuoi condividerla con me, iscriviti al gruppo Facebook Digital Friends e pubblicala lì!

 

ATTIVA COOKIES