Networkers e Facebook: 3 errori comuni

Lavorando molto con i social media mi capita spesso di imbattermi nei post e nei profili di networkers.

Ma mi accorgo che ci sono 3 errori molto comuni che vengono commessi soprattuto su Facebook.

#1 – Profilo Facebook

Utilizzi il tuo profilo personale per la promozione dell’attività?

ATTENZIONE perché questo assolutamente non si può fare.

Quando ti iscrivi a Facebook sottoscrivi un regolamento,  e in particolare questa parte:

Dichiarazione dei diritti e delle responsabilità di facebook

(se voi approfondire leggi qui)  

Come vedi, punto 4, viene esplicitato molto chiaramente che non puoi utilizzare per scopi commerciali il tuo profilo personale.

Per usare Faccebook per scopi commerciali devi aprire una pagina della tua attività numero

# 2 – Prodotti e opportunità di business

Cerchi di vendere sia i prodotti della tua azienda che l’opportunità di business?

Sbagliato! Ti rivolgi a due buyer personas differenti, quindi non puoi accumunare la comunicazione.

Se hai due tipologie di target da raggiungere diverse, anche la comunicazione si dovrà adeguare: se una persona è interessata al tuo prodotto, un acrema per il viso ad esempio, non è detto che sia necessariamente interessata anche a vendere la crema stessa, al massimo se si troverà bene potrà consigliarla alle amiche.

Prodotti e business sono due proposte di marketing completamente diverse e proprio per questo dovrebbero essere separate.

# 3 – Scrivi “OK”

Questo terzo punto è sicuramente l’errore più diffuso per i networkers su Facebook.

Quante volte hai pubblicato un post simile a questa?

Ho molto tempo libero, posso lavorare dove voglio e lo sto facendo anche in questo momento. Se ti interessa sapere come ho fatto scrivi “OK” nei commenti

Ormai siamo un po’ assuefatti alle proposte di guadagno facile e veloce, alle offerte di ricchezza immediata. Fare il networker è invece un lavoro vero e proprio, diverso da quelli tradizionali e decisamente bello, ma comunque un’attività lavorativa.

  • Perché non mi dai delle informazioni di più?
  • Perché non mi vuoi spiegare qualcosa?
  • Perché tutto questo mistero

È giusto l’atteggiamento di portare le persone ad interagire con te (prima di tutto crea relazioni!), e stuzzicare la curiosità, ma puoi ottenere lo stesso risultato anche con qualche informazione in più. In questo modo puoi stimolare l’interesse non solo dei curiosi ma anche di coloro che di fronte a pochi elementi non sono minimamente stimolati, ma se invece hanno qualche elemento in più di valutazione possono decidere di contattarti. 

 

 

Sentiti libero di condividere questo articolo con il tuo team! 

ATTIVA COOKIES