UA-87677745-1

Come invitare i Prospect in maniera efficace

Quando si parte con una attività nuova, coinvolgere altre persone non è così semplice. Soprattutto perché non è possibile farsi forza con la propria esperienza e neppure mostrare dei risultati. L’entusiasmo che ti spinge a muoverti, a perseguire quella strada non è sempre compreso in maniera immediata da chi ti sta accanto.

Mentre chi non ti conosce vorrebbe avere i numeri a garanzia del futuro successo.

Quindi, cosa fare? Rinunciare non se ne parla proprio (VERO???)

Basta prepararsi, per bene. Lo so, lo dico sempre, sarò ripetitiva:

la formazione è la base imprescindibile del successo

Quale è l’obiettivo nel fare l’invito?

Quando fai un invito devi avere sempre bene in mente il tuo obiettivo. Ovvero:

  • Costruire una relazione con chi ti trovi di fronte
  • Educare: spiegare quello che hai da offrire e quindi lasciare decidere se è qualche cosa che i prospect vogliono fare

Se hai iniziato da poco, difficilmente potrai rispondere alle domande o alle obiezioni, quindi limitati ad invitare le persone a un evento live o a vedere un video aziendale. L’evento live è sicuramente quello che colpisce di più: l’energia e la positività del gruppo viene percepita a pelle. inoltre interviene anche quella dinamica che in un altro articolo ho spiegato come la riprova sociale. E avendo già detto di sì all’invito, interviene anche la coerenza con quanto già fatto in precedenza.

Il giusto atteggiamento

Come ho già avuto modo di sottolineare (approfondisci qui), anche se spesso ci concentriamo su quello che vogliamo dire, l’aspetto propriamente verbale in una conversazione ha valenza solo per il 7%.

E che cosa c’è nel restante 93%?

  • la comunicazione paraverbale (il come viene detto – tono, pause, ritmo..), rappresenta il 38%
  • la comunicazione NON verbale che influenza l’interlocutore per ben il 55%, quindi addirittura oltre la metà!

Assumi l’atteggiamento di un coach e di un consulente. Le persone cercano leader più che capi!

Come fare l’Invito efficace?

Guarda chi ha raggiunto i risultati, fai tue le parole esatte usate, indaga i motivi, studia gli atteggiamenti e poi…practise practise practise. Libera la tua mente dal dover pensare a quello che devi dire, ripeti il testo così tante volte da impararlo a memoria. Solo così potrai concentrarti sull’atteggiamento giusto e nell‘ascolto attivo della persona che hai di fronte. Diventa empatico!

E soprattutto, non cercare di essere qualcuno che non sei, la spontaneità ripaga sempre. Punta solo a diventare il MIGLIOR TE STESSO!

Ho raccolto in  qualche slide i passaggi da seguire per passare dal “Ci devo pensare” al “ok, mi interessa”

E fammi sapere come va!

 

ATTIVA COOKIES